Molti utenti di Whatsapp potrebbero sfruttare le loro conoscenze della piattaforma di messaggistica per spiare le nostre attività. Non è difficile spiare qualcuno se riusciamo ad avere accesso al suo telefono solo per qualche istante. A tal proposito è molto importante fare attenzione a quando, dove e con chi lasciamo incustodito il cellulare e proteggerlo adeguatamente con pin o riconoscimenti di altro tipo, ad esempio biometrici.

 

Ecco come ci possono spiare

Se lasciamo il telefono incustodito potremmo correre il rischio di venire spiati ed in maniera del tutto legale. Basta un applicazione che si chiama Wossip Tracker, e che può analizzare i nostri dati trasmettendoli all’intruso che ha intenzione di spiare la nostra attività su Whatsapp.

Istallando questa applicazione l’intruso riceverà infatti una notifica sul proprio cellulare, riguardo tutte le attività del nostro profilo. Nonostante le nostre impostazioni sulla privacy o sul profilo. Oltre all’immagine del nostro profilo, potrà conoscere anche il nostro messaggio personale, il nostro ultimo accesso e alcune delle impostazioni che abbiamo messo.

Anche se abbiamo deciso di mantenere la nostra privacy, lo “spione” potrà comunque vedere se abbiamo ignorato o letto un messaggio. Questo accadrà nonostante la nostra disabilita delle spunte blu.

È importante controllare che non abbiamo questa applicazione installata sul nostro cellulare, e proteggere opportunamente il nostro smartphone.