google-maps-ponte-morandi

Una tragedia che ha scosso l’Italia. E, come di consueto, anche in questo frangente, le fotocamere di Google Maps ci danno un’idea di quello che era il Ponte Morandi di Genova, crollato lo scorso 14 agosto provocando diverse vittime. 

Attraverso i social network si sta diffondendo il momento preciso del crollo, tra video delle telecamere di sorveglianza e le immagini, quegli attimi che precedono il crollo catturano anche gli ultimi momenti di tranquillità di chi viveva lì vicino al ponte. L’interesse dei netizen per sapere come appari il ponte prima del crollo e come appare ora. E questo si propaga attraverso i vari video trasmessi su Facebook e YouTube. E, alcuni dati sconosciuti riguardo la costruzione, possono essere trovati proprio su Google Maps.

 

Gli “occhi” di Google

Le immagini viste su Google Maps mostrano il ponte che attraversa diverse zone, tra residenziale e industriale. Anche sotto l’infrastruttura ci sono condomini e una stazione ferroviaria. 

Il ponte fu costruito nel 1967 e sulle sue carreggiate circolavano ogni anno 25,5 milioni di automobili. Nelle foto che Google Maps ha caricato sulla sua piattaforma è possibile vedere i vari veicoli che hanno attraversato il ponte Morandi, oggi distrutto.

I suoi 30 anni di utilizzo lo hanno indebolito e, prima della sciagura, era stata proposta la sua demolizione. Ma diversi problemi hanno ritardato l’intervento. A mezzogiorno di quel triste 14 agosto, il ponte progettato da Riccardo Morandi si è rovesciato su sé stesso, inghiottendo diverse persone. 

In questa immagine, come appariva la struttura prima che Google Maps acquisisse foto più attuali. 

Posizione del ponte tramite Google Maps.